L’effetto dell’esercizio sulla pressione sanguigna e sull’impulso

La frequenza cardiaca e la pressione sanguigna si alzano quando si esercita. Nel tempo, tuttavia, l’esercizio fisico regolare può aiutare a ridurre la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Questo perché l’addestramento all’esercizio fisico migliora la salute del cuore e dei vasi sanguigni, permettendo al sistema cardiovascolare di funzionare in modo più efficiente.

Frequenza cardiaca durante l’esercizio

La frequenza cardiaca di riposo è normalmente da 60 a 80 battiti al minuto, ma è spesso inferiore negli atleti addestrati. La frequenza cardiaca aumenta mentre esercitate per consegnare più sangue e ossigeno ai vostri muscoli di lavoro. L’esercizio intenso provoca un aumento più forte della propria frequenza cardiaca rispetto all’esercizio moderato. Le persone che non esercitano regolarmente tendono ad avere frequenze cardiache più elevate con sforzo fisico rispetto a coloro che sono in forma. Essere nel caldo, sentirsi disidratati, avere un alto indice di massa corporea e alzarsi negli anni tendono anche a causare il tuo cuore a battere più velocemente durante l’esercizio fisico. Dopo aver terminato l’esercizio, la frequenza cardiaca rimane alta per alcuni minuti mentre si riprende. Più la misura è, più veloce la frequenza cardiaca restituisce il livello di riposo.

Pressione del sangue durante l’esercizio

Insieme ad un aumento della frequenza cardiaca, anche la forza delle contrazioni del tuo cuore aumenta durante l’esercizio, quindi più sangue viene pompato con ogni battito. Questo effetto aumenta la pressione sanguigna. Tuttavia, i vasi sanguigni che forniscono i muscoli si dilatano, o si allargano, durante l’esercizio fisico. Ciò consente di aumentare il flusso sanguigno ai muscoli senza mettere eccessiva pressione sulle pareti dei vasi sanguigni. Così, mentre la pressione sanguigna aumenta durante l’esercizio, è a un grado molto più piccolo dell’incremento della frequenza cardiaca. Come la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna torna a riposo a pochi minuti dopo aver smesso di esercitarti.

Effetti a lungo termine sulla frequenza cardiaca

L’esercizio non solo rafforza i muscoli che puoi vedere, ma anche rafforza il tuo cuore e mantiene i tuoi vasi sanguigni. Dopo pochi mesi di esercizio fisico regolare, la tua frequenza cardiaca di riposo può diminuire lentamente perché le tue pompe più forti si sforzano più efficacemente. La tua frequenza cardiaca di riposo influisce sul rischio di malattie cardiache. Secondo un rapporto del “JAMA” di dicembre 2011, uno studio su più di 29.000 uomini e donne la cui frequenza cardiaca di riposo è aumentata in 10 anni è risultata più probabile di morire di malattie cardiache.

Effetti a lungo termine sulla pressione sanguigna

L’esercizio regolare ha effetti di abbassamento della pressione sanguigna nelle persone con o senza alta pressione sanguigna, o ipertensione. L’American Heart Association raccomanda un esercizio regolare per aiutare a trattare l’ipertensione e prevenire le malattie cardiache e l’ictus. Un articolo di riesame pubblicato nel numero di primavera 2001 della “Cardiologia preventiva” ha riferito che l’esercizio aerobico regolare diminuisce la pressione sanguigna del 4-5 per cento nelle persone con ipertensione e dal 1 al 2 per cento nelle persone con pressione sanguigna normale. Un articolo di revisione del gennaio 2005 “Journal of Applied Physiology” ha riportato significative riduzioni della pressione sanguigna dopo 12 settimane di esercizio fisico regolare. Gli autori notarono i vantaggi sia con l’esercizio aerobico che con la forza.

Migliorare la salute del tuo cuore

Per mantenere il vostro cuore sano, l’American Heart Association raccomanda almeno 150 minuti di esercizio moderato o 75 minuti di esercizio fisico settimanale. Se attualmente non stai esercitando regolarmente, parla con il tuo medico su come avviare in sicurezza e impostare obiettivi personali. Poiché l’ipertensione non provoca tipicamente segni o sintomi, è importante anche controllare regolarmente la pressione sanguigna. Ricercare immediatamente la cure mediche se si riscontra una frequenza cardiaca insolitamente veloce o lenta o un battito cardiaco battuto o irregolare – soprattutto se accompagnato dal petto Dolore, vertigini, svenimenti o mancanza di respiro.