Sonnolenza, esibizione del linguaggio e freddo dopo l’intervento chirurgico

Mentre l’anestesia può essere rischiosa, è una pratica comune utilizzata durante la maggior parte delle procedure chirurgiche. L’anestesia è un mix di sollievo e sensazione di dolore somministrato prima di un intervento chirurgico sotto la direzione di un anestesista. L’anestesia può essere locale, regionale o generale o un sedativo può essere somministrato attraverso una linea endovenosa. L’anestesia che utilizza la sedazione viene frequentemente con effetti collaterali. Gli effetti collaterali possono includere fastidiosi discorsi, sonnolenza e freddezza al risveglio dell’intervento.

L’anestesia generale viene utilizzata per rendere un paziente completamente inconsapevole durante l’intervento chirurgico. Il farmaco viene inalato attraverso una maschera respiratoria o viene somministrato attraverso una linea endovenosa. Questo induce il sonno. Di conseguenza, i chirurghi sono in grado di operare con movimenti muscolari e organi ridotti. I pazienti sono tenuti inconsci e monitorati durante l’intervento da un anestesista. Dopo l’intervento chirurgico, possono essere somministrati farmaci per aiutare a invertire l’anestesia o i pazienti possono svegliarsi da soli.

La cura di anestesia monitorata viene spesso utilizzata per procedure che non richiedono un’anestesia generale. Le droghe vengono somministrate attraverso una linea endovenosa e i segni vitali del paziente vengono monitorati durante l’intervento chirurgico. Questa anestesia può causare un paziente a dormire attraverso un intervento chirurgico. Il paziente può anche rimanere sveglio, ma è probabile che non ricordo una grande maggioranza del suo tempo nella sala operatoria. La cura di anestesia monitorata viene spesso utilizzata insieme ad un anestetico locale o regionale.

La chirurgia può causare ansia per molti pazienti. Prima dell’intervento chirurgico, un gruppo di anestesia può somministrare un sedativo noto come Versed. Questo farmaco provoca sonnolenza, allevia ansia e aiuta il cervello a bloccare la memoria di una procedura chirurgica.

La fatica è un effetto collaterale molto comune dopo aver ricevuto l’anestesia. La fatica può verificarsi come conseguenza dello stress fisico posto sul corpo durante la chirurgia o come conseguenza dell’ansia di avere un intervento chirurgico. Può richiedere alcuni giorni o settimane per recuperare dalla fatica post-chirurgica. Ciò varia a seconda dei casi. La quantità di fatica conosciuta dipende in larga misura dalla tua età, dalla lunghezza della chirurgia, dalla tua salute generale e dai farmaci specifici di anestesia utilizzati durante la tua chirurgia.

Mentre si sveglia da anestesia, si può notare che il tuo discorso è scorretto e può essere difficile per la squadra medica o per i tuoi familiari a capirvi. L’anestesia può farti sentire come se fossi in una nebbia o come se tu abbia avuto troppo da bere. I farmaci utilizzati durante la chirurgia sono progettati per diminuire i riflessi del corpo. Pertanto, si può verificare un linguaggio irregolare per le prime ore dopo l’intervento chirurgico.

Potresti svegliarsi dalla chirurgia sentendosi fredda o sperimentando scosse, tremolanti o brividi incontrollati. Questo è in gran parte perché le suite chirurgiche sono tenute molto cool. Una temperatura corporea inferiore aiuta a abbassare la circolazione del sangue, che significa meno perdita di sangue durante l’intervento chirurgico. Può anche essere un effetto collaterale di anestesia. Una volta che sei fuori dal chirurgo, il personale medico può coprire con coperte riscaldanti per aiutarti a diventare più comodo.

Anestesia generale

Cura della anestesia monitorata

versato

Sonnolenza

Biascicamento

Sentire freddo