Gli effetti della mancanza di zinco

Lo zinco, minerale essenziale alla vita umana, svolge un ruolo nella funzione di molti organi vitali, del sistema nervoso centrale e dei sistemi immunitari e riproduttivi. Le carenze nello zinco possono rovinare la funzione di questi sistemi e aumentare i danni cellulari attraverso lo stress ossidativo. Mentre gravi carenze di zinco sono rare, la carenza marginale di zinco è molto più comune e colpisce circa due miliardi di persone in tutto il mondo, secondo l’istituto Linus Pauling.

Quando lo zinco non è presente nel corpo in quantità sufficiente, può esservi gravi conseguenze sulla salute. I bambini, in particolare, possono sperimentare lo sviluppo fisico e neuropsicologico danneggiato, nonché una maggiore suscettibilità alle infezioni mortali. Uno studio pubblicato nel 2009 nella “European Journal of Clinical Nutrition” rileva che la carenza di zinco è stimata a causare oltre 450.000 decessi all’anno nei bambini al di sotto dei cinque anni – il che rappresenta complessivamente il 4,4 per cento delle morti infantili globali.

Secondo un articolo del 2002 pubblicato nella “European Journal of Clinical Nutrition”, è ben riconosciuto che lo zinco svolge un ruolo importante nello sviluppo e nell’integrità del sistema immunitario. Anche le carenze di zinco lievi possono compromettere la funzione dei componenti del sistema immunitario vitale. Ad esempio, è richiesto lo zinco per attivare i globuli bianchi, noti come linfociti T, che aiutano il corpo a combattere le malattie e le sostanze nocive. Quelli che mancano di zinco sono più suscettibili alle infezioni. Ulteriori prove sono fornite da integratori di zinco che possono essere utili nel trattamento di sintomi freddi comuni.

Uno studio pubblicato nel 2010 nel “Journal of Human Reproductive Sciences” rileva il rapporto tra lo zinco e la qualità e la quantità di sperma. Secondo gli autori, il basso tenore di zinco nel seme può influenzare negativamente la sua qualità. Gli istituti nazionali di sanità degli integratori alimentari osservano che gli effetti delle carenze di zinco possono includere la perdita di appetito e di ritardo nella crescita. Le carenze più gravi, spesso causate da altre condizioni sanitarie, possono includere la perdita di capelli, la diarrea, l’impotenza, l’ipogonadismo nei maschi e le lesioni cutanee e cutanee.

Secondo l’Istituto Linus Pauling, le persone con maggiore rischio di carenza di zinco includono bambini e adolescenti, neonati prematuri o bassi in gravidanza, donne in gravidanza e allattamento e persone con anoressia nervosa. Anche a rischio sono gli alcolisti diagnosticati con malattie epatiche alcoliche, vegetariani severi, adulti oltre i 65 anni, individui con diarrea grave o persistente e individui con anemia falciforme, malattie renali croniche, malattia di Crohn o colite ulcerosa.

Supplemento forse uno strumento efficace per evitare le carenze di zinco per coloro che potrebbero non avere sufficienti zinco alimentari. Una revisione del 2009 pubblicata in “Opinione corrente in gastroenterologia” rileva che l’integrazione zinco può essere in grado di proteggere da molte delle malattie causate dalla carenza di zinco. L’Ufficio di integratori alimentari afferma inoltre che gli effetti negativi sulla funzione immunitaria, causati da carenze di zinco , Può essere rimediato con l’aggiunta di zinco.

Conseguenze gravi di salute

Funzione immunitaria compromessa

Salute maschile e altro ancora

Popolazioni ad alto rischio

Correzione delle carenze