Effetti collaterali di zeolite cellulare

I zeoliti sono un gruppo di minerali che vengono comunemente usati in assorbenti commerciali, detersivi per bucato, agricoltura e medicina. Medico, la zeolite cellulare può agire come un decontaminante del corpo e disintossicante e fornire la funzione di rilascio temporizzato di altri farmaci. Come supplemento nutrizionale, le zeoliti sono state vendute come antiossidanti, anche se le affermazioni che migliorano la resistenza e la funzionalità del sistema immunitario non sono fondate. La zeolite cellulare presenta diversi effetti collaterali potenzialmente gravi, tra cui il cancro, le malattie respiratorie, la malattia polmonare cronica e l’anemia.

I zeoli sono comunemente venduti in forma liquida, ma durante il processo produttivo di beni domestici e agricoli, le zeoliti si trovano spesso in polvere. La polvere di zeolite cellulare e la polvere, quando inalato, possono agire come cancerogeni o un composto che può causare il cancro, secondo il Sloan-Kettering Cancer Center. L’inalazione di zeolite è stata associata ad un aumento del rischio di sviluppare il mesotelioma, che è una forma rara di cancro che è di solito associata all’esposizione all’amianto, considerata altamente fatale.

L’inalazione della polvere zeolitica cellulare e dei suoi costituenti è stata legata ad un rischio più elevato di sviluppare la fibrosi polmonare, secondo il Centro di Cancer di Sloan-Kettering. La fibrosi polmonare è una malattia respiratoria cronica che è indicata da una cicatrice o un ispessimento delle pareti dei polmoni. La cicatrizzazione del tessuto polmonare è permanente e può causare difficoltà a respirare, dolore al torace e tosse cronica. Attualmente non è noto come i zeoliti interagiscono con il tessuto polmonare per causare la fibrosi polmonare, ma può essere correlata alle proprietà cancerogene dei composti minerali che compongono la polvere zeolita.

La pneumoconiosi è una malattia polmonare cronica che si trova più spesso nei minatori di carbone, ma è stata anche associata all’infezione da zeolite, afferma il Centro di Cancer di Sloan-Kettering. Il rischio e la gravità di questa malattia sono correlati alla durata dell’esposizione alla polvere zeolita. Più lunga l’esposizione, più progressiva e grave la malattia. I sintomi della pneumoconiosi includono una mancanza di respiro cronica e una grave tosse persistente.

Quando sono stati ingeriti, sono stati trovati zeoliti per inibire il progenitore di granulocyte-macrofago, o GMP, secondo il Sloan-Kettering Cancer Center. GMP è un composto trovato nel midollo osseo umano e animale che è responsabile per la crescita e la manutenzione del tessuto osseo sano. GMP supporta anche un processo denominato mielopoiesi, che è coinvolto nella produzione delle cellule presenti nel midollo osseo che producono globuli rossi. L’inibizione della produzione di GMP nel midollo osseo può causare una diminuzione della produzione di globuli rossi, che può causare condizioni come l’anemia.

Zeolite cellulare e cancro

Zeolite cellulare e malattie respiratorie

Zeolite cellulare e malattia polmonare cronica

Zeolite cellulare e anemia