Cosa è la miscela di stevia?

Con l’approvazione della FDA del 2008 per il naturale dolcificante no-calorie, stevia, le aziende produttrici di cibo stanno cimentando al minimo per la loro quota del mercato. Poiché non puoi “possedere” una sostanza naturale, i produttori stanno elaborando creativamente e mescolando l’estratto di stevia con altri agenti di dolcificazione non calorie.

A proposito di Stevia

Stevia è una pianta coltivata e coltivata in regioni subtropicali in tutto il mondo, ma ha origine in Sud America. Le sue foglie prestano un estratto così dolce che supera lo zucchero da tavola regolare da 200 a 300 volte. Anche se stiamo sentendo molto su stevia ultimamente è stato intorno per lungo tempo. Secondo David Richard, autore di “Stevia Rebaudiana: il segreto dolce della natura”, lo stevia è nella famiglia dei crisantemi e il suo utilizzo risale al 1887.

Le miscele di Stevia non sono realmente “naturali”

Raramente vedere la menzione di questo dolcificante senza la parola “naturale” rimanenti nelle vicinanze. Tuttavia, quando colpisce gli scaffali, è stato lavorato, raffinato e combinato con altri dolcificanti e riempitivi finché non è un vago ricordo del suo ex sé. Il prodotto sta colpendo il mercato in varie miscele per ragioni di gusto e di consistenza. Stevia tende ad avere un sapore amaro, di liquirizia e gli scienziati del cibo sono alla ricerca di modi per rendere più dolce il dolcificante.

Miscele correnti sul mercato

Coca-cola e Pepsi-Co svilupparono rispettivamente Truvia e Purevia per uso singolo e per l’uso nei loro prodotti. John Serrao, di Nutrition Wonderland, riferisce che entrambe le società utilizzano quasi lo stesso composto chimico usando un derivato di stevia chiamato rebiana – uno che ha subito poche sperimentazioni e quelle che sono state fatte sono state ampiamente finanziate dagli sviluppatori con legami con Coca-Cola e Pepsi-Co. Questi prodotti stevia sono “miscele” che contengono un alcool di zucchero chiamato eritritolo, che è stato approvato come sicuro da entrambe le FDA e l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Serrao cita che questi prodotti contengono più eritritolo rispetto al rebiana e la sua affermazione su questo prodotto è che è un tentativo di agroalimentare di “possedere la proprietà intellettuale dietro lo stevia – in effetti possedere il cibo”.

Non tutte le miscele sono create uguali

Serrao riferisce anche sugli studi di uno stevia derivato, chiamato stevioside, sviluppato da scienziati giapponesi, che mostrano “notevoli benefici per la salute a chi lo usa medicamente”. I giapponesi hanno utilizzato stevioside sin dai primi anni ’80 in vari prodotti. Un rapporto Pubmed afferma che gli studi di stevioside mostrano i benefici del sistema immunitario e potrebbero essere potenzialmente la risposta per il diabete di tipo 2. Vi è anche parlare che può aiutare a regolare i livelli di colesterolo e trigliceridi. Ma i prodotti della Coca-cola ei Pepsi-Co non contengono questo particolare derivato nelle loro miscele.

La moderazione è la cosa migliore

La controversia probabilmente prosegue per anni. La promessa per i vantaggi medici mantiene i professionisti ei consumatori altrettanto speranzosi. Mentre non esistono prove definitive nei confronti dei prodotti di stevia, è necessaria una ricerca prima di conoscere veramente gli effetti delle miscele di stevia. Anche se sono pubblicizzati come sicuro, la moderazione in qualsiasi dolcificante è la cosa migliore.