Effetti collaterali del tè grigio earl

Mentre il tè di Earl Grey è una bevanda sana che è sicura per la maggior parte delle persone in dosi moderate, bere troppo può causare effetti collaterali. Come tè nero, Earl Grey ha la maggior parte degli stessi effetti di una birra nera normale. Inoltre, tuttavia, è aromatizzato con olio dall’argento di bergamotto, che può portare ad altri effetti collaterali.

Caffeina Jitters

Come tutti i tè, Earl Grey contiene caffeina, uno stimolante che agisce sul sistema nervoso centrale. Fino a 5 tazze di tè al giorno è considerato un apporto moderato, secondo MedlinePlus, ma si può ottenere troppo la caffeina se consumi di più. Ciò può portare ad ansia, palpitazioni cardiache, tremori e insonnia – e alcune persone extra-sensibili possono sperimentare questi effetti dopo aver bevuto solo una piccola quantità. Con la sorseggiatura quotidiana, si può anche diventare dipendenti dalla caffeina e sperimentare sintomi di ritiro come i mal di testa e l’irritabilità una volta che si arresta.

Problemi di assorbimento del ferro

Il tè contiene acidi tannici e gallici, due composti che interferiscono con l’assorbimento del ferro nonheme trovato negli alimenti vegetali come fagioli e verdi di foglie. Secondo Marla Reicks, nutrizionista presso l’Università di Minnesota Extension, a seconda di quanti di questi acidi sono presenti nella tazza – che varia a seconda del marchio, della forza e del tempo di fermentazione – bere il tè con un pasto può ridurre l’assorbimento del ferro fino al 75% . Per assicurare un adeguato assorbimento di ferro, bere Earl Grey tra i pasti, non con loro.

Denti macchiati

I tannini in tè possono trasferirsi al tuo smalto dei denti, colorando il tuo sorriso – e tè neri come Earl Grey macchiano più di tè verde e altre varietà più leggeri. Per prevenire la colorazione, sciacquare la bocca o spazzolare i denti non appena finisci di bere. Inoltre, filo interdentale ogni giorno per aiutare a eliminare la placca.

Tossicità da Bergamoto

Bere grandi quantità di tè Earl Grey può causare l’ingerenza di olio di bergamotto. L’olio contiene una tossina chiamata bergapten, che può influenzare l’assorbimento di potassio in alcuni neuroni e portare a torsioni muscolari, crampi nelle mani e nelle gambe, sensazioni di bruciore o di bruciore, pressione negli occhi o visione offuscata, secondo Washington University Neuromuscular Disease Center. Il centro osserva che questi sintomi scompaiono generalmente entro una settimana dal tè Earl Grey. Tuttavia, se si verifica uno di questi effetti, consultare il medico per una diagnosi e opzioni di trattamento.