Allenamenti di forza della piscina

Mentre gli allenamenti della forza pool potrebbero non essere per tutti, ci sono benefici specifici dell’esercizio della formazione di resistenza in un pool, secondo il certificato di resistenza e specializzazione di condizionamento Michelle Roots sul sito Core-Condizione. Un allenamento in piscina sfida i muscoli perché richiede un lavoro aggiuntivo per muovere contro la resistenza dell’acqua, anche se la galleggiabilità dell’acqua significa che c’è meno impatto sulle articolazioni.

Cominciando dall’inizio

Prima di iniziare qualsiasi esercizio di forza, aumenta la temperatura corporea e il flusso sanguigno riscaldandoti da cinque a dieci minuti con tratti dinamici. Avrai un allenamento molto più efficace se il tuo sistema neuromuscolare viene stimolato prima di iniziare a lavorare alla tua intensità regolare. Iniziare nuotando alcuni giri e poi incorporare calci di battito mentre si tiene sul bordo della piscina. Anche i cerchi a braccio, i torsioni del torso e la marcia in alto ginocchio mentre si trovano in acqua a spalla. Dovresti sentirti completamente caldo prima di passare agli esercizi di forza, che saranno più impegnativi.

Lavorare le gambe

Per costruire forza nelle gambe, incorpora il K-tread, il creatore d’onda e lo squat salto nel tuo allenamento. K-tread, che fai in acqua più profonda, implica il tiro mentre ti spalanca le gambe in avanti e indietro in un movimento di scissor-kick. In alternativa guidare una gamba in avanti ai fianchi portando l’altra gamba indietro fino a quando è direttamente sotto di voi. Questa mossa farà funzionare i glutei, i lati posteriori, i flessori dell’anca e i quad. Per eseguire il creatore dell’onda, tenere sul bordo della piscina con entrambe le mani con le braccia estese e corpo galleggiante sull’acqua. Guidare le gambe nell’acqua, portando con le ginocchia e poi seguire con le gambe ei piedi inferiori. Sollevare le gambe in su e ripetere, cercando di creare le onde più grandi possibile: saltate gli squat in acqua che è circa l’altezza della vita. Stand sul fondo della piscina con i piedi a circa la larghezza dell’anca e poi abbassare in uno squat fino a quando le spalle sono sotto l’acqua e poi esplodere fino ad un salto massimo in altezza. Appena si atterra, scendi giù per entrare nel rappresentante successivo.

Colpire il nucleo

Per gli addominali e gli obliqui, è possibile includere il rotolo di otter e situps nella sessione. Avrai bisogno di una palla da spiaggia per il rotolo di otter. Muoviti sulla schiena con le gambe dritte e abbracci la palla da spiaggia al petto. Girare a sinistra per spostare il corpo dall’acqua e poi continuare fino a fare un giro a 360 gradi e tornare in una posizione posteriore. Sul rappresentante successivo, rotola sulla destra. Per eseguire sedute, posizionare le gambe inferiori sul bordo della piscina in modo che le ginocchia siano piegate a 90 gradi e il tronco si trovi in ​​cima all’acqua. Piegate in avanti alla vita per spostare il petto verso le ginocchia e poi abbassate.

Sviluppare il corpo superiore

Fare la leva della palla da spiaggia e immergere per sviluppare la forza nel tuo corpo superiore. Come suggerito dal suo nome, la leva di sfera da spiaggia richiede l’uso di una palla da spiaggia. Muoviti sullo stomaco e tenga la palla con entrambe le mani e con le braccia estese in modo che la palla sia posizionata sotto il petto in acqua. Mantenere il tronco e le gambe fisse e le braccia dritte mentre alzate la palla e davanti a voi fino a raggiungere la cima dell’acqua. Girate immediatamente sotto di voi e ripetete. Per eseguire le palpebre, sedetevi sul bordo della piscina con le gambe inferiori nell’acqua. Posizionare le mani sul bordo della piscina da entrambi i lati dei fianchi e quindi mettere il peso corporeo sulle mani e far scivolare i fianchi in avanti. Piegare i gomiti per abbassare il corpo in piscina, continuando fino a quando i gomiti non sono piegati a circa 90 gradi e poi estenderli per tornare indietro.